Sardegna 2016

0 Comments

TOUR SARDEGNA 1016
Immagine
INTERPRETI
Io Daniele nik president, Maura nik Lady e la nostra Honda crosrtourer nik Crosy
Immagine
PREMESSA
Una bella vacanza con 3300km di cui 2000 di curve e tornanti . 220 € traghetto A R da Piombino a Olbia con compagnia Moby veloce 5 ore e ritorno da Cagliari con cuccetta partiva alle 20 arrivato a Civitavecchia alle 8.30. Abbiamo scelto due locazioni una a Caletta BeB Aposenu 255€ a coppia con colazione. E a Tratalias agri. Santa Lucia 300€.


REPORT CON FOTO
1° GIORNO
È stata dura il caldo afoso una pizza furtiva nella notte pre partenza sempre agitata ovvero dormito poco ……Ore 4.30 sveglia carico la povera Crosy ma alla fine dopo i vari riti scaramantici partiremo alle 5.30 non male. Partiamo con il frescolino, verso i monti sta piovendo . Prima sosta cappuccio dopo Mestre si procede bene, velocità max 140 .Mi fermo per un din din area sosta arrivano pure dei bikers uno mi chiede pure info ulteriori sulla moto aveva visto in tv un video presentazione e gli è piaciuta. Ma ..lo saluto mi vesto e azz…… avevo lasciato chiavi inserite con quadro acceso ..giro la chiave grrrr non va : dicasi figura di “caccas” avevo i cavi fatto ponte con Triumph ormai è un vizio! E tutto perché chiudo con il tasto rosso di emergenza,e non con chiave.La crosy riparte sorridendo io un po’ meno per la figuraccia hah ..potevo stare zitto e non dirlo ma la crosy non si ferma mai per causa sua ! se non per cause esterne o per colpa di chi la guida .Siamo in anticipo tabella marcia ma ci pensa una bella colonna di macchine tra Firenze e Pisa con velocità moderata mi accodo a una moto in corsia di emergenza con massima attenzione .Arriviamo a Piombino 569 km prendo visione entrata imbarco , avevo individuato un localino Maura non era convinta in effetti da fuori non era il massimo ma dentro ok gli faccio segno e si ricrede ottimo pranzo delle rondelle di tonno in pane e tagliolini con razza ottimo frizzantino caffè . Ora posso imbarcarmi la procedura è veloce salgo di corsa per il moto GP unica nota dolente della giornata peccato per Vale. Poi prendiamo possesso di due divanetti e visto la notte insonne io da una parte e la lady dal altra arriveremo puntuali per un soffio causa ko batteria cell oggi per le mie batterie non e’ giornata, per questo non riesce incontro per un soffio con Scano pompiere del supertenere’ lui lascia la sua isola natia io ci arrivo.Una superstrada 45 km da Olbia mi porta a Caletta un bel paesino locazione perfetta! Stanza ampia e nuova con uso cucina per la colazione che in questo momento la signora gentilissima prepara . Prendiamo possesso della camera doccione da chilo e passeggiatina decongestionante per la via centrale del paese affollata .Stavolta dormo come un sasso ma sono tarato con orario lavoro grenwick Saf ore 6 ….. Il posto è silenzioso e a un passo dalla citta . Al mattino caffè latte e un mix di torte fatte in casa dalla signora gentile e premurosa . Qualità prezzo ottimo !
Piombino aspettando l’imbarco con la Moby
Immagine
arriveremo puntuali
Immagine
il primo giorno a capo Comino ma prima faccio prova gomme su sterrato hahah
Immagine
Pure la mia crossturer sta godendo e si sente a suo agio
Immagine
che dire siamo in Sardegna dunque acqua cristallina
Immagine
Bisogna trattarle bene ecco parcheggio al ombra
Immagine
dopo aver fatto la giornata in spiaggia un mini tour costiero di Capo Comino
Immagine
andando al faro
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
sembrano stelle alpine
Immagine
sembra a dir poco strano come dalla sabbia riesca a venir fuori dei “fiori”
Immagine
forme strane
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

2° GIORNO

Al mattino intanto che aspetto la colazione nel fresco butto giù un mini report giornaliero nel fresco. La signora gentilissima ci prepara caffè latte e un mix di torte fatte da lei .
Il programma odierno era relax in spiaggia, lo faremo a Capo Comino .Visto che faremo la giornata ombrellone e sdrai. Praticamente bagni, alternati a dormitine io ho interrotto per uno snaks. Verso le ore 17 giretto costiero fino al faro e dune di Capo Comino premetto consiglieri per questo tour il nik CHE in constante contatto per darmi diritte e prima di partire Michela una collega di lavoro 10 in ferie in Sardegna sono in una botte di ferro. Rientro tardivamente e mi fermo al primo bar qui tutti dotati di multi schermi per seguire Italia. Sprizzone dissetante che funge da aperitivo .Per fortuna non è come domenica con vale in scivolata ma a lieto fine vince 2a0 simpatico il tifo Sardo .Bella partita una piccola nota su Conti per me abusa di qualche riga bianca troppo fuori occhi sbalinati. Avevo una segnalazione ristorantino per la cena ottima il clima è buono caldo la sera ventilato e questo ti fa godere e raffredda il sole e calore accumulato durante la giornata

3°GIORNO.
Dopo colazione i preparativi kit spiaggia nei bauletti ombrellone ecc..partiamo per le isole Madalena e Caprera il tour che faremo in giornata circa in totale 240 km circa. Percorriamo la fino a Olbia la ss131 una scorrevole superstrada, poi la s.125 una strada curvosa con striscia continua perenne. In prossimità della Madalena traffico intenso e pieno di turisti i i vari giri con le barche oltre a prendere traghetto 30€ A e R moto 2 bikers 15 minuti .Faremo il giro isola per la panoramica un sali scendi con visione di baie , le villette o villaggi turistici mimetizzati perfettamente . Dunque le digitali faranno gli straordinari faremo pure uno sterattino fino ad arrivare a una baia incantevole finito il giro ripassiamo per la cittadina madalena visto l’ora sosta in una gastronomia non resta che fare uno spuntino fuggevole. Li troveremo per quattro chiacchiere un simpatico isolano ci ha raccontato un po’ di disastri fatti dalla mal politica vi ricordate i G 8 che dovevano fare….. Ripartiamo per isola di Caprera andando diretti alla spiaggia del relitto con finale 1 km di sterrato ma qui è pien di turisti il sole picchia dunque si rimane. Pianto ombrellone giù stuoini e asciugamani e un bel bagno rigenerante in un acqua trasparitissima ovviamente è venuta l’ora del imbarco che non ce ne siamo accorti peccato non siamo riusciti a vedere la casa di Garibaldi. Rientriamo il sole cala come la temperatura serale sui 25 g passiamo per Posada uno tra i più bei antichi borghi d’Italia, ma il castello chiude alle 20 e sono le 21 az non resta che andare a cena scoviamo un localino con cucina tipica mi son preso i macarones alla busa squisitezza….. ottimo rientriamo doccia e subito è tardi domani ci aspetta un altro giorno full immersion Sardegna…
sempre pronto con la mia digitale da passeggio
Immagine
Imbarco per l’isola della Maddalena
Immagine
pensieri e parole
Immagine
arrivati
Immagine
si parte per il giro panoramico dell’ Isola
Immagine
Immagine
ovviamente ogni curva ci sarebbero una moltitudine di clik
Immagine
Immagine
qui siamo nel punto più alto del isola
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Che dire posti fantastici
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
questo è il ponte che unisce la Maddalena al’ Isola di Caprera
Immagine
direzione spiaggia del relitto
Immagine
mi aspettavo una nave ,,,, comunque bella spiaggia un po’ affollata per i miei gusti
Immagine
aspettando la cena
Immagine




4°GIORNO

FOTO
AJOOOOO Mercoledì giornata Curvosa ma comincia con un leggero problemino mal di gola e principio raffreddore niente di grave gli sbalzi di calore , aria condizionata hanno fatto effetto. Cielo velato decidiamo di fare l’interno il Gennargentu percorrendo la ss.125 fino a S. Maria Navarese di strade ne ho fatte da Bikers e le più belle si contano nel palmo della mano ora devo aggiungere questa! Asfalto ottimo, bel grip, curve orgasmiche da kamasutra…poco traffico, curva dopo curva paesaggi da cartolina roba documentari Quark di Piero Angeĺa , c’era un pianta fiori gialli che emanava un buon profumo durante il tragitto , e questo danzare inebriante ci fa fare i chilometri sena accorgersi .Faremo una sosta a Cala Gonone, una sul passo Senna Silana 1010 m. Li scambio quattro chiacchiere con un vespista doc dal aria scanzonata free .Ripartiamo scendendo fino a S. Marina Navarese pranzo e la lady mi propone un pisolino in spiaggia quasi 2 ore di che importa si approfitta. Si risale di quota passando per Tortoli, Villanova Strsaili, fino al passo Carvai 1246m. Siamo nel Gennargentu qui il paesaggio cambia guida sempre con massima attenzione animali sparsi liberi mucche , asini, cavalli capre, pecore tanti maiali che girano indisturbati che bel viaggiare….Dopo aver fatto rifornimento andremo a Orgosolo ci sono dei bei murales con temi sociali di protesta … ma entrando nel cuore del paese persi in un labirinto e bloccati da una processione. Li ci fermiamo perché a fine processione per la via del paese corrono i cavalli fanno una dimostrazione di abilità correndo appaiati ci gustiamo questa tradizione ma si fa buio e abbiamo ancora90 km per il rientro .Arriveremo alla Caletta con uno spuntino leggero di cena già sono le 23 siamo stanchi ma soddisfatti ….
una bellissima strada assolutamente da fare !!!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
non solo mare e spiagge
Immagine
Immagine
Immagine
qui cera una gara tra coccinelle
Immagine
il vesparo alternativo Free
Immagine
ripartiamo a passiamo per il primo paese di murales con temi della vita rurale
Immagine
Immagine
curiosa sta foto
Immagine
Pure questa sembra dire siamo passati dal asino al Ape
Immagine
probabilmente non hanno tiro a segno e si allenano con i cartelli stradali
Immagine
ora si scende con curve e doppie curve
Immagine
dopo tante curve una bella dormita al’ ombra dei pini marittimi ci stà !
Immagine
fatto il riposino si risale
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
qui troveremo parecchi animali liberi
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
qui il punto più alto
Immagine
entriamo a Orgosolo paese dei Murales di contestazione
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
dopo la processione di san Pietro chiudono via centrale e fanno queste corse dimostrative di abilità appaiati
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine



5° GIORNO
Ajooo siamo giovedi . Colazione lunga e chiacchierosa conoscendo tutti i villeggianti di questo BeB in più la signora una mitragliatrice di parole nessun timido anzi….temporeggio un po’ la Lady sembra abbia qualche linea di febbre preferisce riposare azzz… mi sacrifico parto io per la costa Smeralda luogo dove evasori fiscali tangentisti riprendono forze per spolparci … Andata la Superstrada fino a Olbia poi normale andature relax .Arrivo a Portorotondo immerso in una fitta vegetazione ville nascoste telecamere dappertutto vigilantes pieno di divieti ma che è un carcere di massima sicurezza? Poca visuale sul mare proseguo a Portocervo qui yacht come navi pieno di curiosi ma anche un lusso che non mi appartiene anzi devo dire mi disgusta . Rientro e da Olbia proseguo per la costiera trovo un negozio ittico con possibilità di pranzo, inchiodo e mi degusto un mix ci carpaccio e insalata di pesce. Tutto squisito ,il caffè lo prendo nella sosta successiva a Budoni e riprendo a gustarmi la Sardegna “normale” S. Teodoro, Posada rientro la lady sta meglio . Un riposino doccia e camminatina al tramonto pre cena .Ritorniamo da Giovanna un bel localino con cucina tipica , poi due passi in centrum e prenotiamo tour in barca sul golfo di Ortisei dicono sia meraviglioso. Un tic di mondiale e anche questa è fatta .Domani appunto la Crosstourer riposa niente moto in compenso la barca ha motore Honda hahaha…….
Ogni riferimento è puramente casuale
Immagine
come detto a mio personale parere la parte meno bella
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
ecco l’operaio Fiat
Immagine
spiaggia di san Teodoro
Immagine
era ventoso e si vede
Immagine


6° GIORNO
Ajoo…Stamattina colazione veloce alle 9 si parte non in moto per un giorno riposa ma in barca tour del golfo. Una bella barca si chiama Imperatrice. Ma prima rifornimento in una gastronomia locale. Costeggeremo il golfo di Orosei con le sue insenature meravigliose. Al mattino devo dire che il boat ondulava non poco nonostante avesse 4 propulsori Honda Crosstourer 1200 da sgommare ….prima sosta grotta del bue marino dove le ultime foche monache si nascondevano molto belle intendo le grotte le foche no ci sono più dal lontano 75 .Poi bagno a Cala Luna nel tragitto a Cala Mariolu pranziamo un fugace snaks .Due ore a Mariolu . E poi si rientra con soste nei punti più caratteristici. Bel tour rientriamo centetta e camminata a prendere la frescura marina
Si parte Full Gas
Immagine
primo pit stop a orisei caricheremo turisti
Immagine
loro aspettano la nostra partenza per fare il bagno
Immagine
Immagine
La visita grotte molto belle da fare
Immagine
sosta bagno
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine




7° GIORNO

Giornata di trasferimento colazione saluti e ringraziamenti e partiamo per strade normali e fu un azzardo 280 km di curve e passi pieghe da gomito infatti un paio di volte grattato cavalletto…. in più calure nel interno a 36gradi arrivati un po’ stremati in Zona Tratalias in più devo aspettare le 17 per il cek . Dunque mi ricordo di un imput :sosta pranzo isola di S. ANTICO nel ittiturismo la Laguna a Tavola….fatto tutto il menu con accessori…e manco farlo a posta tirati dentro a un compleanno con un mix di dolci e mirto artigianale. E’ Ora di fare chek al Santa Lucia agri dove saremo per 6giorni proprietario metallaro sono curioso…. Qui fa parecchio caldo ma a differenza di Caletta sembra più secco .Doccia e vado in paese pizza e partita …ma rientro per stanchezza prima dei supplementari solo oggi so che come al solito siamo sfigati alla lotteria dei rigori


eccoli mi vengono subito a dare i benvenuto fanno parte del agriturismo
Immagine
poche foto del primo giorno di spiaggia in serata solo un saltino sino al’ entrata delle dune
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


8 GIORNO

Ajo, agriturismo Santa Lucia Trattallias. Gestito da un personaggio particolare Nicola ben tatuato da aria Harleista super tifoso della Juve, si fa due mesi al anno a Miami .la locazione e immersa tra le colline vicino al paese vecchio a 15 km dal mare .Stanza grande non abbiamo un mini frigo peccato. Si sentono solo i rumori di animali , odori natural .Ci sono 2 cavalli un paio di asini, capre ecc…. nota dolente si mangia rigorosamente a orario! Nicola sempre comunque gentile a dare consigli. Dopo colazione si va per riprenderci alla spiaggia di Porto pino dista 18 km. 2 euro parcheggio moto al ombra e 12 per ombrellone e lettini non male anzi….essendo domenica è affollata.È ventoso se da un lato può dare fastidio dal altro non ti fa sentire il caldo. Riposeremo tra bagni e dormite sullo sfondo ci sono le dune e per arrivare c’è un pezzo di laguna con i fenicotteri rosa .Rientriamo doccia e cena veniamo ripresi per il ritardo in più il vino è dolciastro ripiego sulla birra.


9° GIORNO
Colazione e partiamo con il solito ritardo feriale prendiamo la statale per Chia interna, ma prima rifornimento per borsa frigo. Da Chia la costiera soffermandoci nei tratti più belli per qualche clik . Arriviamo alla Turredda una spiaggia con sabbia bianca isolotti di fronte dal paesaggio caraibico. Parcheggiamo prendiamo ombrellone e lettini fa caldo e il sole è aggressivo sono già le 13 .Subito un bagno rigenerante poi ci si alterna letture varie qualche snaks fino sera . Lasciamo la splendida spiaggia e con il sole che tramonta risaliamo tra curve e punti panoramici per contemplare questo tratto fino a porto budello.Sosta cena in un ittiturismo qui ci sarà una strage di pesci! 4 antipasti gusti e pietanze nuove , già con quelli si poteva finire. Si continua con la classica spaghettata cozze e vongole. In fine la botta frittura con vari pesci, seppie, calamari ecc… ho dovuto arrendermi anche nel tavolo vicino cera un mangione pure lui bandiera bianca . Caffè e si rientra al buio pian piano per paura di attraversamento animali. Partiti alle 9.30 arrivati alle 23.30 azz….giornata vissuta.
la torre di Chia
Immagine
spiaggia CHIA
Immagine
Immagine
sulla destra la spiaggia la Turredda
Immagine
praticamente risaliamo la strada costiera da Chia a Teulada anche questo tratto da fare assolutamente
Immagine
Immagine
arrivati alla spiaggia la Turredda
Immagine
risalendo verso Teulada
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine



10° GIORNO

Oggi giornata spiaggiosa. Colzione e partenza per le Dune bianche di Porto pino giornata di relax siamo in ferie tra bagni e sul tramonto bella camminata per avvicinarci alle dune e scattare qualche foto .Pensate e’ zona militare. Si vede che siamo Italiani c’è scritto di non salirci ma come sempre qualcuno fa lo gnorri …..nel uscire si passa per una laguna e ci sono bei bellissimi mi fenicotteri rosa . È sera ci giochiamo il jolly a caso andremo in un agriturismo in genere hanno menù fisso gli dico che siamo in sovrappeso e si vede… spiego che ceneremo solo alcune pietanze accettano abbondiamo di verdure, un primo e un antipasto i 2 .Finalmente una cena normale senza essere ingozzati. E anche oggi al rientro sono le 23. 30 .
Immagine
siamo alle dune bianche di Porto Pino
Immagine
già zona militare
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
il bianco della sabbia mi fa più abbronzato
Immagine
Immagine
Immagine
Marrocco, Margiuga ?? no Sardegna
Immagine
Immagine
Natura è sempre natura
Immagine
Immagine


11° GIORNO
Oggi giornata curvosa fatto fuori un pieno .Colazione e si parte subito da Iglesias in poi curvosa e tante miniere disseminate e abbandonate……la strada si inerpica tornanti su tornanti roba da travelgum… dopo Fluminimaggiore finalmente il bivio per Piscinas . Comincia lo sterrato poi la sabbia tra me e me dico ma siamo a Margjuga in Marrocco no Piscinas tra dune dorate e una bella spiaggia pure economica 10 € ombrellone 2 sdrai. Fatta distesi sono le 12.30 ora fa caldo . Bagno rigenerante, al bar una pasta fredda e altro bagno caffè sono le 17.30 obbligatorio partire ! L’itinerario prevede uno sterrato con due guadi verso la costa verde . Scende la Lady con telecamera fa salti sui sassi per oltrepassare il guado e immortalare e eventuale figura di kakas. La difficoltà sono i sassi viscidi ma ci riesco uauuuu ! Il secondo è una pozzanghera. Ovviamente panorami da cartolina , giro di boa e di nuovo curve e tornanti fino a passare per cala Domestica una bella spiaggia poi costeggiare per Buggerru qui uno scoglio chiamato pan di zucchero. Il tramonto è quasi alla fine sosta cena strada San Antiaco menù fisso fisch….. rientriamo sono le 23 anche oggi stanchi ma felici bel giro. Ajoo


la giornata inizia curvosa tra alberi di sughero e miniere dismesse
Immagine
Immagine
Immagine
altra miniera
Immagine
per arrivare alla spiaggia di Piscinas c’è un sterrato semplice ma ultimo tratto è sabbioso niente di difficoltoso comunque
Immagine
Dalle dune bianche di Porto Pino a quelle dorate di Piscinas con la sua bella spiaggia
Immagine
Immagine
poca gente tranquillità arietta giusta ottima scelta
Immagine
Immagine
Immagine
anche la gomma d’orata
Immagine
pomeriggio tardi ripartiamo si prosegue il tour
Immagine
primo guado sembra una pozza ma i sassi sono viscidi più che mai passo indenne
Immagine
il secondo si preanuncia inquietante con le statue e acqua sul rossastro
Immagine
Immagine
costeggeremo uno sterrato tra le dune
Immagine
poi asfalto e panorami
Immagine
Buggerru
Immagine
Spiaggia la domestica
Immagine
Immagine

12°GIORNO
Ajo oggi giro corto per le isole per prima traghettiamo isola di San Pietro mando lady in fila ma vedo traghetto pieno , caspita scendo e con stratagemmi vari riesco a salire il biglietto lo farò appena arrivo a Carloforte la cittadina del isola. Non ci sono spiagge e quelle poche non menzionabili. Ma in zona ex tonnare scogliera bella e sopratutto li del faro che è il più a ovest li decisamente bello finito il giro sosta pranzo. Li conosceremo dei sloveni bikers e sopratutto degustato un ottimo tonno alla piastra, con insalata e perché no due tipi di dolci tradizionali. Verso le 17 rientriamo a San Antiaco per finire il giro con sosta bagno a cala lunga. Aperitivo i pieno centro pagato pochissimo con una serie di snaks… per cambiare su consiglio della cameriera simpatica pizza in un birrificio ottima birra che vanta dei riconoscimenti internazionali pure la pizza ottima ultima sera domani si rifà i bauletti .

siamo alle Tonnare isola Carlo forte
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
passeremo stradine strette per andare nel faro più a ovest del Italia
Immagine
Immagine
un posto panoramicamente molto bello
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
si va in città a magnà non vi dico cosa
Immagine
un bel tonno alla griglia
Immagine






13° GIORNO
Ajjooo colazione saluto i conviviali ai ospiti del agriturismo S. Lucia prepariamo bauletti e un salutone al juventino tatuato Nicola .Partiamo direzione Cagliari arriviamo nel momento della calura avevo letto che ci sono spiagge a Poetto stabilimenti balneari vicini a Cagliari. Parcheggio 1 euro e ci siamo ma ombrelloni entrata , sdrai un salasso .Mare bello e pulito ci godiamo l’ultimo giorno in terra Sarda . Doccia e ci rivestiamo credendo che il traghetto parta alle 22 prevedendo una cenetta avevo pure indirizzo…controllo sempre biglietti azz..è alle 20 niente cenetta via per imbarcarsi. Cabine belle grandi e tra un po’ un self service .
Saluto SARDEGNA ARRIVEDERCI e grazie per le meravigliose ferie

pronti per partire
Immagine

14°GIORNO

Traghettato bene sbarcati alle 8.45 messo un itinerario Garmin a caso per non fare la superstrada abbiamo percorso le colline toscane costeggiano il mare.Fa decisamente caldo sosta pranzo in un paesino arroccato.Bruschetta e ravioli della nonna fatti in casa , meritavano ! Dura ripartire 34 gradi ma siamo vicini a Bolgari sosta visita paesino di Giosuè Carducci per arrivarci un lungo viale di cipressi. Qui è famoso il vino sassicaia 28€al calice non è per me finita la visita finalmente arrivati a Cecina mare stravolti dal caldo subito doccia per riprendermi e un litro di acqua a canna. Lady relax io mi godo due ore di sole .Aperitivo e pizza, ovviamente è calata la sera hotel è tra spiaggia e il corso principale posizione strategica una marea di gente che passeggia a godersi la serata. Non resta che fare anche noi tra un sacco di bancarelle di oggettistica varia …….domani ultimo giorno si rientra al carcere duro devo scontare ancora 2 anni in totale 43 ma non ho ucciso nessuno

15° GIORNO
Colazione ottima, Hotel ottima scelta . Faccio bagagli consapevole che oggi farà caldone …avevo tutti i mezzi tecnici tattici ko per studiarmi il percorso , dunque ho messo al garmin torna a casa non per autostrade e strade principali mi ha fatto fare stradine che si e no passava una macchina sono arrivato a 40 km da Bologna alle 13.30 sosta pranzo ma più che altro per ritemprarci avevo computer in ebollizione. Ore 14.45 partiamo ma da Bologna autostrada facendo soste grill prendevo mezzo di acqua una volta bevuta andavo in bagno la riempivo e me la buttavo addosso il frescolino durava per un po’ … arrivati a Udine ore 17.45 a parte i primi giorni maura un po’ di mal di gola e raffreddore per il resto tutto bene nessun problema logistico o di rogne varie tutto bene Divertiti belle vacanze Ora sarà dura ricominciare ……
siamo nella Maremma
Immagine
altri paesaggi
Immagine
Immagine
Immagine
i cipressi di Bolgari
Immagine
Immagine
sosta ma con attenzione al listino prezzi!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
strada di rientro Si comincia gli Apennini
Immagine
Immagine
Immagine



Mandi nik president DANIELE e nik lady MAURA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.