1-2 gennaio 2011

0 Comments

una new entry: Cecchin
Immagine
erano le 9.30 del mattino giornata bella serena e tersa
Immagine
andatura tranquilla le strade sono ghiacciate e brinate
Immagine
Passiamo a prendere Ascar e ci faremo cappuccio strada facendo
Immagine
Immagine
infatti vediamo i campi brinati
Immagine
ma giornata da godersi visivamente
Immagine
arriviamo in piazza e troviamo brutta gente
Immagine
personaggi strani
Immagine
ma mica tanto hanno idee chiare
Immagine
il brindisi del primo del’ anno
Immagine
Immagine
una particola
Immagine
modo per scaldarsi le mani
Immagine
già dicevo giornata serena
Immagine
ancie il giat
Immagine
pit stop a Farle
Immagine
rientrando
Immagine
Friul
Immagine
personaggio interprete
Immagine

Aspetto foto di capodanno da inserire . 30 partecipanti molto assortiti ma ben disposti . partiti come dicevo in sordina e poi l’appetito ha fatto il resto son venute le 4 tra l’orzotto pasta con la pezzata rossa e spiegazione del Chef sorbetto coniglio arrotolato e gulasch vino ottimo poi un mix di torte ………………
Ottima cena ! il Chef ha ritardato il secondo ma era per fare spazio nel nostro pancino un grazie a chi a fatto le torte dolci ecc.. Tombola come al solito il dal vedran ha vinto la cinquina ! premio alla carriera Vedran cun il pel scultura fatta da tappo corona noto Artista devo dire sono una goccia d’acqua anzi vino . Un presente al dur di san zorz e una rosa particolare al evelina …………………….. HONDA FOR EVER
2 gennaio giro in Brussa

Ore 9-30 sono già pronto arrivano leggermente in ritardo Dino e Ascar Mentre la new entry è rimasto ma ci raggiungerà a pranzo.

Giornata nuvolosa nella mattinata partiamo andatura relax e nel rettilineo a Pocenia un grosso stormo presumo di oche selvatiche passano sopra di noi una cosa bellissima da vedere si muovono come una pattuglia acrobatica in formazione.Arriviamo a Latisana li c’è Renato e Marcello che ci farà da guida visto che lui ha fatto l’infanzia in questi luoghi . La zona è divisa a bacini da 1 a 6 ci porta nel terzo bacino costeggiando canali e laguna durante il tragitto si intravedono uccelli di ogni specie che si rifugiano tra i canneti. Nella prima sosta Marcello ci spiega un po’ la zona per esempio c’è un canale interno che da Trieste porta a Venezia e serviva per non farsi vedere in mare aperto da possibili attacchi Turchi. Riprendiamo la strada tra rettilinei e alcune cunette per passare i vari argini e di tanto in tanto le chiuse dei canali e così ci faremo un po’ di chilometri fino al ultimo bacino .

Sono le 12 rientriamo a Ronchis per il Pranzo a casa di Francesco poi li per il caffè ci raggiungerà un gruppo di Bassano capitanato da Matteo

Bel giretto invernale fatto strade nuove nella massima rilassatezza ammirando che anche in questa stagione ci si può divertire

Un Grazie a Francesco e Daniela per il pranzo

ora le foto

qui si intravedono le presunte oche o che altro pennuto non sono esperto in uccelli

Immagine

Immagine

guardate le figure acrobatiche e geometriche dei pennuti

Immagine

al mattino un po’ di grigio

Immagine

Immagine

distese di campi arati pronti alla primavera per essere inseminati

Immagine

spunta un timido albore

Immagine

Iniziamo a costeggiare i canali

Immagine

Immagine

Immagine

non leviamo i caschi c’è un arietta frizzante

Immagine

di tanto in tanto qualche casolare

Immagine

qui Renato paga momento da contemplare speriamo sia un buon inizio

Immagine

Immagine

Immagine
ci poteva mancare lo sterrato
Immagine
Immagine
Immagine
ImmagineImmagine
Immagine
altro stormo
Immagine
Immagine
latisana centro
Immagine
ecco i soprammobili di Francesco
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
The end

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.