Argentina

0 Comments

Siamo tornati!!!
Questo Raid é rimasto incompiuto per circa 3 anni…e finalmente ci siamo riusciti a farlo.
Comincio con elencare un po di numeri:
3 MOTO SUZUKI 650 V STORM
5 PERSONE
KM 7100 di cui circa 1000 di sterrato ( RIPIO…come lo chiamano gli Argentini )
23 GIORNI DI NOLEGGIO MOTO di cui 2 di sosta
11 ORE DI LUCE circa
TEMPERATURA MINIMA 0 gradi
TEMPERATURA MAX 31 gradi
ALTITUDINE MINIMA LIVELLO DEL MARE
ALTITUDINE MASSIMA 4500 M
FORATURE 1 (ROBYRAID)
ROTTURE MOTO Rottura con perdita olio del freno post (ROBYRAID)
ROTTURA RADIATORE 2 (ROBYRAID- EMILIO)
STATI VISITATI: ARGENTINA E URUGUAY
VIAGGIO AUTOGESTITO : Voli aerei presi in Gennaio e prenotato le moto a BUENOS AIRES
Abbiamo prenotato gli hotel solo nelle prime 5 tappe , poi prendevamo al momento per avere liberta di tappa decidendo giorno per giorno (una scelta che si é rilevata ottima)
Immagine

Partiti e rientrati da BUENOS AIRES
Le Tappe del viaggio:
COLONIA DEL SACRAMENTO (URUGUAY)
MONTEVIDEO (URUGUAY)
CONCORDIA (ARGENTINA)
PUERTO IGUAZU
POSADAS
PRESIDENCIA ROQUE SAENZ PENA
SALTA (LA LINDA)
HUMAHUACA
IRUYA
PURMAMARCA
SAN ANTONIO DE LOS COBRES
SALTA (tappa forzata per riparare le due moto…radiatori)
CACHI
CAFAYATE
CHICELITO
SAN JUAN
MENDOZA
MINA CLAVERO
CORDOBA
ROSARIO
BUENOS AIRES

Arriviamo a Buenos Aires ..il tempo é pessimo..inverno…visitiamo il cimitero monumentale di Recoleta con la tgomba di Evita Peron la piazza,il palazzo del governo e il quartiere della Boca con le sue case colorate..

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

..ma il nostro pensiero é per le moto…ci saranno? riusciremo a caricare tutto?
Yes di prima mattina siamo li..le vediamo pronte montiamo i navigatori con le mappe dell’ Argentina , carichiamo i bauli , e siamo pronti alla partenza.
Immagine
Immagine
Immagine

Attraversiamo il centro di Buenos Aires e prendiamo il traghetto per Uruguay dove faremo un paio di giorni prima tappa COLONIA DEL SACRAMENTO
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Pronti per partire , visitiamo la costa selvaggia dell’ Uruguay e arriviamo a MONTEVIDEO. Bella citta in stile coloniale con un bel centro storico.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Su verso nord oggi attraversiamo l’ Uruguay e rientriamo in Argentina
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Una lunga tappa ci porta a PUERTO IGUAZU da dove visiteremo le magnifice cascate de IGUAZU (le piu’ belle al mondo)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Si inverte la rotta e costeggiando il confine con il Paraguy si va a Ovest.
Le miniere di Wanda
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Fiume PARANA’ cofine con PARAGUAY
Immagine

Immagine

Autostrade gratis per le moto
Immagine

Parco nazionale del CHE ( dove ha vissuto i primi anni di vita)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
mercati
Immagine

Le missioni gesuite
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

ponte adesso inizia il CHACO un piattone di 2000 km
Immagine
Immagine

Le parole non servono
Immagine

Strada piatta e diritta…
Immagine
Immagine
Immagine

ancora segni della dakar che passa da qui
Immagine

GAUCHOS
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

SALTA (LA LINDA)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

LA PENA ( ristoranti con musica tradizionale)
Immagine

PARCO DE LOS CARDONES

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

L’altitudine fa appetito
Immagine
Immagine

El Gaucho tiene il tinto (vino rosso…e anche buono)
Immagine

Eravamo rimasti a SALTA e qua comincia il NORTHE ARGENTINA cioe’ la regione andina abitata dai nativi , una regione arida ai piedi delle ande con la sua mitica “PUNA” e i suoi laghi salati e le famose QUEBRADE dai mille colori…
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

pranzo a Tilcara con specialita del luogo
Immagine
Immagine

Su si sale verso il CERRO DE LOS 14 COLORES
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
VIGOGNE
Immagine

Si scende verso HUMAHUACA
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

IRUYA
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Il condor ci accompagna
Immagine
Immagine

PURMAMARCA CERRO des 7 colores
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Partiamo verso le SALINAS GRANDE 0 gradi freddooooo!!!!
Immagine
Immagine

Strada tremenda 170 km di toule ondule’…le moto si smontano…. radiatori che perdono,parafango rotto,tubo freno post ko,viti varie perse….San nastro americano.. ma arriviamo a SAN ANTONIO DE LOS COBRES…un nome che ispira
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

pomeriggio dal meccanico “Pelito” che mi ha riparato il tubo del freno
Immagine
Immagine

CACHI
Immagine
Immagine
Immagine

Si inizia a scendere sulla mitica RUTA 40
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Sosta caffe o birra (non mi ricordo) sulla ruta 40
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

verso CAFAYATE le vigne piu’ alte
Immagine
Immagine
Immagine

GARGANTE DEL DIABLO
Immagine
Immagine

..quanti sono i colori?
Immagine
Immagine

palo santo (l’albero verde)
Immagine
Immagine

CICHELITO
Immagine

CARDONES
Immagine

ZORROS
Immagine

verso MENDOZA
Immagine
FORATURA
Immagine

VISITA A UNA CANTINA
Immagine
Immagine

LE SIERRAS DI CORDOBA
Immagine
Immagine

ROSARIO
Immagine

Ultimo pranzo prima di BUENOS AIRES
Immagine

entrata per consegnare le moto
Immagine

Brindisi finale
Immagine

BUENOS AIRES torniamo a LA BOCA ad ammirare il Tango
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Un ringraziamento ai miei fantastici amici grandi compagni di viaggio
Tatiana
Cinzia
Paolo
Emilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.